Omicidio Piscitelli: arrestato a Roma il killer di ‘Diabolik’

Ucciso per contrasti su piazze di spaccio. Ad inchiodare killer anche un video

La polizia e i carabinieri, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia di Roma, hanno arrestato il killer di Fabrizio Piscitelli, il capo ultra’ della Lazio ucciso il 7 agosto 2019 con un colpo di pistola alla testa nel parco degli Acquedotti, in zona Tuscolana, a Roma.

Si tratta di Raul Esteban Calderon accusato di omicidio aggravato dal metodo mafioso.

Calderon e’ stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Roma, su decreto di fermo del pm, lo scorso 13 dicembre. Il provvedimento e’ stato poi convalidato oggi dal gip di Roma che ha emesso nei suoi confronti un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

‘Diabolik’ era stato ucciso con un colpo di pistola alla testa esploso da un killer vestito da runner, per contrasti, secondo gli inquirenti, su piazze di spaccio.

In una nota la Procura scrive che “le fonti di prova su cui si e’ fondata l’adozione del provvedimento” nei confronti di Calderon “sono costituite dagli elementi raccolti dalla Squadra Mobile e dalla Polizia scientifica nel corso del sopralluogo effettuato sul luogo e nell’immediatezza del fatto e in particolare da un filmato estratto da una telecamera installata in zona con la quale e’ stata ripresa l’esecuzione del delitto”. E ancora: “dall’analisi tecnica del filmato dell’omicidio eseguita prima dalla Polizia scientifica e successivamente dal consulente tecnico incaricato dalla Procura e’ emersa una chiara compatibilita’ tra il killer visibile nel filmato e il soggetto gravemente indiziato”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna