Omicidio Sara Di Pietrantonio, pg: “Ergastolo a Paduano”

Uccise e bruciò ex. In primo grado pena a vita poi ridotta a 30 anni

Sara Di Pietrantonio e Vincenzo Paduano in una foto tratta dal profilo Facebook della ragazza.

Il Pg della Cassazione, Stefano Tucci, ha chiesto l’annullamento con rinvio della condanna a 30 anni di reclusione nei confronti di Vincenzo Paduano, accusato dell’omicidio della ex fidanzata Sara Di Pietrantonio, la giovane strangolata e bruciata a Roma il 29 maggio 2016.

Secondo il Pg, la condanna all’ergastolo inflitta in primo grado non doveva essere ridotta a 30 anni e i giudici di merito hanno sbagliato a considerare il reato di stalking assorbito dall’omicidio. Proprio il venir meno dello stalking aveva portato alla riduzione di pena contro la quale ha fatto ricorso alla Suprema Corte anche il Pg della corte di Appello di Roma.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna