Operazione antidroga a Guidonia, 13 arresti e 20 denunce

Gruppo spacciava anche davanti una scuola

E’ di 13 arresti e 20 denunciati il bilancio di un’operazione antidroga dei carabinieri nell’area a est della Capitale. Smantellata una banda che spacciava anche davanti a una scuola.

Alle prime ore del mattino a Guidonia Montecelio, vicino Roma, i carabinieri della compagnia di Tivoli hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Roma su richiesta della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, che dispone l’arresto di 13 persone (8 in carcere e 5 ai domiciliari) per associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. A quanto accertato, l’organizzazione aveva costituito principalmente all’interno di case popolari a Guidonia, una vera e propria “piazza di spaccio”.

Lo spaccio avveniva di fronte a una scuola tanto che alcuni genitori hanno segnalato la situazione ai carabinieri. A capo c’era un 28enne.

L’organizzazione pagava uno stipendio settimanale agli affiliati che lavoravano su più turni per garantire l’apertura della piazza di spaccio per 14 ore al giorno e forniva assistenza legale ai membri della consorteria criminale. L’area non solo veniva presidiata da vedette con compiti di “vigilanza”, ma erano stati predisposti anche telecamere e sensori di movimento utili a rilevare presenze nell’area esterna del perimetro della Torre 18 di possibili appartenenti alle forze dell’ordine. Secondo gli investigatori, gli indagati potevano ‘contare’ sulla collaborazione di molti condomini, a cui affidare i proventi quotidiani dello spaccio per non essere scoperti in caso di perquisizioni domiciliari. Oltre ai membri del sodalizio 20 persone sono state denunciate in stato di libertà per favoreggiamento personale.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna