Ostia, non vuol mettere il burqa e viene picchiata: pm minori indaga

Nell'informativa degli investigatori à- secondo quanto si è appreso - è citata anche la madre che avrebbe maltrattato in altre occasioni la figlia.

Una 14enne – originaria del Bangladesh, ma residente a Ostia, frazione di Roma – ha denunciato madre e fratello con l’accusa di averla picchiata più volte, con la minaccia di rimandarla nel suo Paese d’origine. Il motivo delle aggressioni secondo quanto riferito dalla minore, è il rifiuto della ragazza a indossare burqa, velo e, in generale, a sottostare ai dettami della religione islamica.

Sabato scorso, dopo l’ennesima aggressione, la ragazza si è presentata in caserma dai carabinieri, con dei graffi sulla fronte. Secondo le sue accuse, il fratello l’avrebbe colpita facendola sbattere contro un mobile: portata in ospedale, le è stato riscontrato un leggero trauma cranico.

Nell’informativa degli investigatori à- secondo quanto si è appreso – è citata anche la madre che avrebbe maltrattato in altre occasioni la figlia.

Ora si trova in una struttura protetta, mentre sono in corso gli accertamenti. I carabinieri di Ostia, intanto, hanno inviato un’informativa alla magistratura ordinaria e minorile.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna