Ostia scende in piazza contro la mafia

La manifestazione indetta da Fnsi e Libera dopo l’aggressione alla troupe Rai di Nemo da parte di Roberto Spada

Manifestazione a Ostia contro la mafia
Manifestazione a Ostia contro la mafia

Ostia, e non solo, scende in piazza per dire no alla mafia, dire sì alla legalità e alla libertà di stampa. Circa due mila persone hanno manifestato nel pomeriggio a piazza Anco Marzio dopo l’aggressione alla troupe di Nemo da parte del boss Roberto Spada. Il sit in è stato organizzato da Fnsi e da Libera.

Siamo qui per esprimere vicinanza ai giornalisti aggrediti e per estendere il pensiero a tutte le vittime, anche a coloro che sono morti per mano delle mafie. Ma anche per far emergere le cose belle che ci sono a Ostia, con tante associazioni e realta’ che fanno un grande lavoro”, ha detto il presidente di Libera don Luigi Ciotti.

Sulla possibilita’ di superare le divisioni sul tema mafia tra forze politiche e perfino tra associazioni Ciotti ha risposto: “Credo di si’, lo vedremo oggi. Ci vuole una presenza comune, serve il ‘noi'”. “Nessuno ci metta il cappello politico sopra – ha detto Ciotti -. Libera e’ apartitica e aperta alla collaborazione con tutti”.

Il segretario del sindacati dei giornalisti, la Fnsi, Raffaele Lorusso, ha ricordato che spesso i giornalisti minacciati sono precari e lavorano per pochi euro.

Presenti quasi tutti i partiti, manca Casapound, e ci sono anche la presidente della Camera Boldrini, la sindaca di Roma Raggi, il presidente della Regione Lazio Zingaretti.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna