Ostia: sgomberate tre case popolari occupate, due dagli Spada – FOTOGALLERY

In un alloggio viveva la sorella di Roberto - il capoclan che colpì con una testata il giornalista della Rai, recentemente tornato ad Ostia dopo un periodo di reclusione nel carcere di Tolmezzo -, in un altro la madre di Ottavio Spada, condannato all'ergastolo per omicidio.

Lo sgomberato dell'alloggio della sorella di Roberto Spada

Questa mattina a Ostia sono partiti gli sgomberi di tre appartamenti occupati abusivamente in via della Martinica e in via dell’Idroscalo. Si tratta di alloggi di edilizia popolare, in due dei quali vivevano appartenenti alla famiglia Spada: la sorella di Roberto – il capoclan che colpì con una testata il giornalista della Rai, recentemente tornato ad Ostia dopo un periodo di reclusione nel carcere di Tolmezzo – e la madre di Ottavio Spada, condannato all’ergastolo per omicidio.

Le operazioni di sgombero sono iniziate questa mattina all’alba e sono state effettuate dalla polizia locale di Roma Capitale, con il gruppo sicurezza sociale urbana, e Sscurezza pubblica emergenziale, il X gruppo Mare, oltre agli agenti della questura di Roma.

L’operazione di oggi fa parte dei provvedimenti decisi durante un comitato tecnico in prefettura, che ha permesso di recuperare alloggi popolari, a volte occupati abusivamente, da esponenti di famiglie malavitose, come è già accaduto nel quartiere di Tor Bell Monaca e San Basilio.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna