Papa al Colosseo per Incontro di pace di Sant’Egidio

Pontefice: grido per la pace in momento particolarmente drammatico

Oltre duemila persone al Colosseo per l’Incontro internazionale promosso dalla Comunita’ di Sant’Egidio nello “Spirito di Assisi” sul tema “Il grido della Pace. Religioni e Culture in Dialogo”, in corso in questi giorni a Roma. Papa Francesco e’ stato accolto al suo arrivo dal ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano e dal sindaco di Roma, Roberto Gualtieri. A salutare il Pontefice anche il fondatore della Comunita’ di Sant’Egidio Andrea Riccardi e il presidente Marco Impagliazzo.

Dopo la preghiera con gli altri leader religiosi all’interno dell’anfiteatro Flavio, Bergoglio ha raggiunto il palco all’esterno del Colosseo dove si terra’ il momento pubblico dell’incontro. Accanto a lui, il rabbino capo della comunita’ di Roma, Riccardo Di Segni e altri leader religiosi che hanno partecipato ai tre giorni di incontri a Roma.

Quest’anno la nostra preghiera e’ diventata un ‘grido’, perche’ oggi la pace e’ gravemente violata, ferita, calpestata”, ha detto Papa Francesco nel suo discorso. Questo e’ avvenuto “in Europa – ha aggiunto Bergoglio – cioe’ nel continente che nel secolo scorso ha vissuto le tragedie delle due guerre mondiali. Purtroppo, da allora, le guerre non hanno mai smesso di insanguinare e impoverire la terra, ma il momento che stiamo vivendo e’ particolarmente drammatico”, ha proseguito in riferimento a quanto sta accadendo in Ucraina. “Nel silenzio della preghiera, questa sera, abbiamo sentito il grido della pace – ha detto ancora il Papa – la pace soffocata in tante regioni del mondo, umiliata da troppe violenze, negata perfino ai bambini e agli anziani, cui non sono risparmiate le terribili asprezze della guerra”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna