Perquisizioni contro no vax, minacce a Draghi e Mattarella

Da parte di Digos di Roma e Polizia Postale

Frasi negazioniste e no vax che insultavano e minacciavano il premier Mario Draghi e che avevano preso di mira anche il presidente della Repubblica Sergio Matteralla e il ministro della Salute Roberto Speranza per le misure introdotte per contrastare il Covid. Per questo Digos della Questura di Roma e Polizia Postale stanno effettuando 4 perquisizioni personali, anche informatiche, delegate dalla Procura della Repubblica di Roma nei confronti di 4 persone indagate in varie citta’ che avrebbero avuto un ruolo significativo nella campagna d’odio, veicolata sul web.

L’attivita’ di approfondimento investigativo e’ stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma,e condotta dalla Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione, dal Servizio della Polizia Postale e delle Comunicazioni e dalla Digos di Roma.

Dalle indagini e’ inoltre emersa l’esistenza di “falsi profili” intestati al “Presidente Draghi” e pagine che fanno esplicito riferimento al Presidente del Consiglio ed al suo operato istituzionale, attraverso il ricorso ad espressioni “offensive e minatorie”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna