Prati, tragico scontro: muore chef Narducci e un’amica

I due viaggiavano a bordo di uno scooter. Lui, 29 anni, era lo chef del ristorante Acquolina al Fleming. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine per omicidio stradale

Sono lo chef del ristorante Acquolina al Fleming, Alessandro Narducci, e una sua amica, Giulia Puleio, le vittime dell’incidente della scorsa notte sul lungotevere della Vittoria, nel quartiere Prati.

29 anni lui, 25 lei, i due giovani erano in sella a uno scooter Honda Sh quando, all’una di notte circa, si sono scontrati con una Mercedes Classe A guidata da un uomo di 30 anni, italiano, che è stato ricoverato in codice rosso all’ospedale Gemelli.

Sono ancora in corso gli approfondimenti per stabilire la dinamica dell’incidente. La strada è stata chiusa fino alle 7 di questa mattina per i rilevi e la rimozione di detriti.

Lo chef era stato protagonista della manifestazione Vinòforum nei primi tre giorni, con showcooking e eventi serali. Ieri, però, aveva deciso di partecipare come ospite.

“Vinòforum non chiuderà, ma questa sera tutto i microfoni saranno spenti e non ci sarà musica in segno di rispetto per Alessandro Narducci”, anticipano gli organizzatori. Inoltre, gli chef stanno pensando a un ricordo per il loro collega durante la serata.

La Procura di Roma ha intanto aperto un fascicolo di indagine per la morte dello chef Alessandro Narducci e della sua amica Giulia Puleio. Il pm Pietro Pollidori, che procede per omicidio stradale, è in attesa di una prima informativa della Polizia locale, intervenuta sul posto per i rilievi mentre in giornata è previsto anche un primo esame esterno sui corpi delle vittime.

Il ristorante Acquolina e la terrazza Acquaroof, saranno momentaneamente chiusi per lutto, fino a nuova comunicazione. “Oggi, venerdì 22 giugno 2018, siamo racchiusi nel dolore per la scomparsa del nostro Chef Alessandro Narducci e di Giulia Puleio. Il nostro sostegno va alle famiglie, alla fidanzata Deborah, agli amici e a tutto lo staff”. Lo comunica il team, guidato per la ristorazione dai fratelli Troiani, del ristorante una stella Michelin e del bistrot panoramico presso “The First luxury art Hotel di Roma”. Proprio qui lavorava lo chef Alessandro Narducci, firmando un menu che ha ottenuto la stella dalla guida Michelin e “Due Forchettè dal Gambero Rosso che nella guida presentata ieri a La Pergola, da Heinz Beck, primo maestro dello chef nato a Roma nel maggio del 1989. Per i curatori della guida 2019 del Gambero Rosso “la cucina di Narducci è cresciuta in personalità e precisione dei piatti; il gioco del camouflage è ricorrente, dai finti sassi di mare alla finta oliva. Alto livello”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna