Precipita da ponte Garibaldi per un selfie, grave 31enne

Non è la prima volta che sul Tevere si verificano incidenti di questo tipo. Nel 2015 uno studente statunitense precipitò da ponte Sisto finendo sulla banchina

photo credit: Lalupa licenza GNU -> urly.it/3ca1j

(di Chiara Acampora per Ansa)

 

È stata questione di pochi istanti e mentre scattava un selfie per immortalare il suo viaggio nella Capitale è precipitato da un ponte sul Tevere schiantandosi sulla pista ciclabile sottostante. Tragedia sfiorata sabato sera al centro di Roma.

Un ragazzo di 31, un farmacista della provincia di Napoli, è stato soccorso in gravi condizioni all’altezza di ponte Garibaldi, vicino a Trastevere, zona di movida al centro della città. È stato trasportato in ospedale, intubato, e dovrà essere sottoposto a un intervento chirurgico per le gravi lesioni riportate.

A dare l’allarme alla polizia il personale sanitario. A quanto ricostruito dagli investigatori, il 31enne era arrivato proprio sabato a Roma da Pomigliano d’Arco insieme ad altre tre amici per trascorrere un fine settimana nella Capitale, dopo il lungo stop per gli spostamenti fuori regione a causa della pandemia. Dopo un giro in centro e la sosta in locali della zona la comitiva ha raggiunto il ponte che passa accanto all’isola Tiberina e il giovane farmacista ha deciso di immortalare quel momento con delle foto, forse con l’intenzione di postare poi gli scatti sui social. Ma le cose sono andate diversamente e il ragazzo poco dopo è volato giù da un’altezza di oltre dieci metri schiantandosi sulla ciclabile che corre lungo la banchina del fiume. Per chi indaga si è trattato di un incidente: il 31enne stava scattando un selfie in compagnia di alcuni amici quando sporgendosi all’indietro avrebbe perso l’equilibrio, non accorgendosi della fine del muretto.

Dopo lo schianto è scattato l’allarme. Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118 che lo ha trasportato in ospedale in codice rosso. Gli investigatori del distretto Trevi, che si occupano della vicenda, hanno ascoltato gli amici che erano con lui e avrebbero confermato la dinamica dell’incidente. “Stava scattando delle foto, poi si è seduto sul muretto e ha perso l’equilibrio – avrebbero detto ancora sconvolti -. È stata questione di istanti, non abbiamo potuto far nulla”. Gli investigatori vaglieranno le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona e le foto scattate dai cellulari dei ragazzi.

E non è la prima volta che sul Tevere si verificano incidenti di questo tipo. Tra questi alcuni anni fa, nel 2015, uno studente statunitense ventenne precipitò da ponte Sisto finendo sulla banchina del Tevere. Il giovane, che si trovava nella Capitale per frequentare alcuni corsi alla John Cabot University, fu soccorso in gravi condizioni. Aveva trascorso la serata di ieri insieme ad alcuni amici in un locale del centro storico e, dopo aver bevuto, salutò gli amici dicendo che sarebbe andato a dormire nel suo alloggio ma poco dopo precipitò dal ponte.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna