Primarie Pd, voto aperto a 16enni e studenti fuorisede

Le novità si devono a una proposta presentata dallo staff del candidato Nicola Zingaretti

Con due delibere approvate domenica scorsa dalla Commissione Congresso, il Pd ha deciso di far votare, alle primarie del 3 marzo per la scelta del segretario, anche i ragazzi dai 16 anni di età e gli studenti fuorisede nella città in cui vivono.

Le delibere, la numero 42 e 41 rispettivamente, non sono ancora online sul sito del partito, ma sono state rese note dallo staff del candidato Nicola Zingaretti, che, tramite il proprio delegato in Commissione, ha proposto e fatto approvare le novità. Il voto per i 16enni era previsto dallo statuto del Pd, ma non dal regolamento congressuale, che é stato aggiornato.

 

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna