Processo Mollicone: ex maresciallo Mottola, ho rotto io la porta dell’alloggio

"Dopo un litigio con Marco"

“La porta dell’alloggio l’ho rotta io dopo un litigio con Marco. L’ho sostituita senza dire nulla a mia moglie”. Franco Mottola, ex comandante della caserma di Arce ha iniziato cosi’ la sua ‘spontanea dichiarazione’ davanti alla Corte d’Assise del tribunale di Cassino.

L’uomo spiega quindi il motivo per cui la porta dell’alloggio contro la quale, secondo le indagini e le perizie medico legale sarebbe stata fatta sbattere la testa di Serena Mollicone, fosse danneggiata.

L’ex sottufficiale dell’Arma e’ sotto processo insieme al figlio Marco e la moglie Anna Maria, per l’uccisione della 18enne scomparsa da Arce il 1 giugno del 2001 e trovata morta due giorni dopo

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna