Protesta ambulanti, traffico in tilt sul Raccordo

Bloccata la corsia all’altezza dell’uscita della via Casilin. Una delegazione di commercianti anche a piazza della Repubblica

I venditori ambulanti hanno bloccato per protesta il Grande raccordo anulare di Roma. Da questa mattina alle 7, i commercianti hanno bloccato la corsia sulla carreggiata interna all’altezza dell’uscita della via Casilina, allestendo un gazebo, bloccando completamente la viabilità. Presente una delegazione anche a piazza della Repubblica dove è prevista una manifestazione autorizzata per 300 persone.

 

 

Gli ambulanti protestano dopo la decisione della sindaca di Roma Virginia Raggi di dare mandato agli uffici del Campidoglio di disapplicare la normativa nazionale che impone la proroga delle licenze agli esercenti fino al 2032, sulla base di un parere dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato. Spaccature nella maggioranza che ha votato con le opposizioni una mozione per chiedere di applicare la normativa nazionale, con Marcello De Vito, presidente M5s dell’assemblea capitolina capofila della protesta.

Presidio a piazza della Repubblica contro la sindaca Raggi

“Raggi e Coia il vero virus di Roma”, “Fuori i mercati dalla Bolkestein”, sono alcune delle scritte che si leggono sui cartelli dei venditori ambulanti che questa mattina sono in presidio in piazza della Repubblica con i loro furgoni. Alessia Salmoni, Uiltucs Lazio, presente al presidio ha spiegato che “siamo qui oggi perché la sindaca di Roma Virginia Raggi ha deciso autonomamente di disapplicare una normativa nazionale e procedere all’indizione di bandi di concorso per l’assegnazione delle concessioni del commercio delle aree pubbliche. Quindi ha deciso di mandare a bando edicole, operatori dei mercati, operatori fuori mercato, e in piena pandemia questa scelta schizofrenica ha dato ovviamente questo esito: una manifestazione grande, importante, imponente, che non si sta svolgendo soltanto qui ma anche in giro per la città con cortei di furgoni”.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna