Quella promessa mancata di Raggi sul bus per l’ospedale Sant’Andrea

Tempo fa la sindaca di Roma garantiva che lo 029 non avrebbe più avuto più problemi. Ma la realtà è un po’ diversa. La denuncia di Mercurio Viaggiatore.

È una storia intricata che unisce promesse politiche, trasporto pubblico e mezzi per raggiungere gli ospedali romani (senza auto privata) quella raccontata da Mercurio Viaggiatore.

Stiamo all’Ospedale Sant’Andrea, il grande complesso ospedaliero di Roma Nord, incastonato tra Labaro e Tomba di Nerone. Qui c’è una linea, la 029, che consente di raggiungere il nosocomio dalla stazione ferroviaria di Saxa Rubra, fondamentale per i tanti pazienti (o familiari) che non hanno un mezzo proprio per spostarsi. A marzo dello scorso anno, la sindaca di Roma Virginia Raggi aveva annunciato dei rinforzi per la linea e aveva fatto una promessa impegnativa: la linea non subirà più brusche interruzioni:

Annunci di questo tipo sono molto rischiosi, soprattutto a Roma, dove il trasporto pubblico di superficie ha problemi atavici che l’affliggono.

E infatti la realtà, estranea alle promesse, va in tutt’altra direzione.

Come segnalato da alcuni utenti e confermato da Atac, la linea è tutt’altra che esente da problemi, come testimoniato da questo scambio social:

Insomma, disagi e ritardi sono all’ordine del giorno nel tpl romano e – anche se non è giusto – i romani si sono abituati a questa fastidiosa convivenza. Ma promesse e frasi roboanti non rispettate rendono ancor più perplessa l’utenza. Soprattutto se il problema riguarda una struttura ospedaliera.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna