Regione Lazio salva lavanderia di “Toni” a Roma, era finita in mano agli usurai

e dei Casamonica e poi nelle sabbie mobili del caro bollette. Zingaretti: "Siamo al fianco di chi denuncia gli aguzzini"

La Regione Lazio salva il titolare di una Lavanderia di Fonte Laurentina, finito prima tra le mani degli usurai e dei Casamonica e poi nelle sabbie mobili del caro bollette. Quando si è visto recapitare una bolletta da 8.400 euro per i mesi di agosto, settembre e ottobre, Antonio Diana ha chiesto una rateizzazione al gestore, che però si è detto disponibile a dividere al massimo in due rate da 4.130 e ha staccato immediatamente la corrente.

Della vicenda si è occupata la Regione Lazio, con il Presidente dell’Osservatorio per la legalità, Gianpiero Cioffredi: “Questa mattina insieme al Presidente Zingaretti siamo intervenuti tempestivamente per scongiurare la chiusura della Lavanderia del signor Antonio Diana, già vittima di usura da parte di esponenti del clan dei Casamonica. Lo abbiamo potuto fare perché in questi anni abbiamo rafforzato l’impianto della legge regionale antiusura per essere in grado di rispondere con efficacia al dramma delle vittime, e non lasciarle sole con misure concrete come sussidi a fondo perduto, garanzie bancarie, assistenza psicologica e legale raddoppiando il Fondo Regionale Antiusura”.

“Tutte le azioni contro l’usura sono state possibili grazie ad un lavoro di condivisione con le associazioni e le fondazioni antiusura del Lazio. In questo caso abbiamo chiesto all’Ambulatorio Antiusura di utilizzare le risorse del Fondo Regionale per sanare subito la situazione di Antonio Diana. La crisi economica devastante sta spingendo piccoli imprenditori e famiglie a ricorrere agli usurai anche per piccole somme. La criminalità organizzata ha fatto di questa attività un ramo fondamentale del suo agire avendo la possibilità di riciclare gli immensi proventi del traffico di droga o del gioco d’azzardo, e in tal modo penetrando a fondo nel tessuto dell’economia legale. Diciamo a tutte le vittime di avere fiducia nelle Forze di Polizia e nella Magistratura denunciando gli usurai alle Forze di Polizia. La Regione e lo Stato saranno al vostro fianco e non vi lasceranno soli”, ha aggiunto.

– ”Siamo da sempre al fianco delle vittime che denunciano gli aguzzini. Non consentiremo che la lavanderia di Antonio Diana passi nelle mani degli usurai. Abbiamo chiesto all’Ambulatorio Antiusura di utilizzare il fondo regionale antiusura per un intervento immediato e urgente. Oggi vince la forza della legalità e della solidarietà. Noi ci siamo”. Così su Instagram il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna