Rifiuti: Gualtieri, “oggi i termovalorizzatori inquinano pochissimo, meno del traffico cittadino”

Lo scrive in una lettera al quotidiano Domani il sindaco di Roma Roberto Gualtieri, nella quale spiega che "è falso che su 600mila tonnellate di rifiuti 120mila di ceneri (cioè il 20%) vadano in discarica: più del 90 per cento di quella quantità può essere recuperato per realizzare piastrelle, fondi stradali o altri usi"

“Oggi i tmv emettono e inquinano pochissimo, assai meno del traffico cittadino su una strada di media percorrenza”. Lo scrive in una lettera al quotidiano Domani il sindaco di Roma Roberto Gualtieri, nella quale spiega che “è falso che su 600mila tonnellate di rifiuti 120 mila di ceneri (cioè il 20 per cento) vadano in discarica: più del 90 per cento di quella quantità può essere recuperato per realizzare piastrelle, fondi stradali o altri usi. I metalli recuperati sono persino conteggiati dall’Ue nella quota di riciclo”.

Infine, nella lettera, il sindaco sottolinea che “la nostra posizione è in linea con obiettivi e legislazione europea. La direttiva rifiuti 2008 del 1998 (rivista nel 2018) mette chiaramente nella sua gerarchia i termovalorizzatori sopra lo smaltimento in discarica e l’incenerimento senza recupero energetico”.

“Tenendo conto dell’obiettivo vincolante Ue di portare lo smaltimento in discarica sotto il 10 per cento, si comprende facilmente che, anche una volta raggiunto il target del 65 per cento di riciclo fissato per il 2035, proprio per rispettare gli obiettivi europei è necessario utilizzare le migliori tecnologie di recupero energetico per la quota residua: appunto i termovalorizzatori”, conclude Gualtieri.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna