Rifiuti Roma, il sindaco di Albano minaccia la denuncia

Dopo le proteste dei cittadini anche il sindaco si schiera contro la Raggi

Uno striscione ai cancelli della discarica ad Albano Laziale (2 agosto 2021)

Continua la polemica sui rifiuti di Roma. Questa volta è il turno del sindaco di Albano Laziale, Massimiliano Borrelli, il quale nel corso del consiglio metropolitano straordinario sui rifiuti ha duramente attaccato la sindaca di Roma Virginia Raggi. Albano è infatti una delle aree individuata per lo smaltimento dei rifiuti della capitale, in previsione della riapertura della discarica.

“Arpa ha segnalato che i livelli degli inquinanti e contaminanti” nel suolo sottostante alla discarica di Roncigliano nel Comune di Albano Laziale “sono veramente alti. Non posso far altro che annunciare una denuncia penale riguardo quella che è la condizione ambientale del mio territorio. Ci sta rovinando e non possiamo far altro che reagire”. Così ha esordito Borrelli nel corso del consiglio, portando alla luce i dati rilevati da Arpa Lazio. Dati che, a detta dello stesso sindaco di Albano, possono determinare livelli alti di inquinamento anche nel resto delle zone limitrofe della città di Roma.

“Sindaca adotti le azioni affinché questa città si possa definire Capitale – ha aggiunto -, questa città oggi è un immondezzaio e lei vuole trasformare in immondezzaio anche i territori della provincia. Ha commissariato sé stessa” chiedendo la riapertura della discarica di Albano Laziale “e sta scaricando i suoi problemi su altri. Porto qui la rabbia della mia città ma anche di tutti i sindaci dei Castelli romani. Lei – ha sottolineato Borelli – ha già preannunciato che toccherà prossimamente a Colleferro e Guidonia, noi saremo a fianco a tutti coloro che saranno toccati da questo problema”. Per il sindaco di Albano Laziale, la cui discarica ha riaperto per effetto di una ordinanza urgente della Città metropolitana, “gli sforzi finora, da me e i miei cittadini che oggi sono arrabbiati e amareggiati, fatti vengono cancellati perchè qualcuno non ha fatto il proprio dovere. Vorrei capire quale sia la prospettiva e quali sono le scelte che avete intenzione di portare avanti. È la prima volta che la vediamo in veste di sindaca di Città metropolitana qui sul tema dei rifiuti, non ha avuto la sensibilità, la correttezza e l’educazione di venire qui a parlare di rifiuti quando è stata sollecitata altre volte, anche anni fa: non ci ha mai considerato per quello che siamo. Ci ha considerato soltanto ora, per scaricarci addosso i suoi problemi. È un atteggiamento penoso – ha concluso – e insostenibile”.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna