Rivoluzione del traffico a San Giovanni, ma non piace a tutti

Sensi unici su via La Spezia e via Taranto. Una parte dei cittadini teme però un aumento del traffico. Che fine ha fatto il parco lineare delle Mura Latine?

I lavori
I lavori

Da oggi cambia il senso di marcia delle auto nella zona di San Giovanni. Via La Spezia diventa a senso unico direzione piazzale Appio. Il flusso in direzione opposta viene convogliato verso via Taranto e poi via Nola direzione Tangenziale Est. 

Una situazione che però non piace a tutti. Il comitato Sms San Giovanni Mobilità Sostenibile fa notare che così, aumentando lo spazio per le auto, le due arterie diventeranno due autostrade. Inoltre non si ha finora notizia del più generale riassetto dell’area che comprende anche viale Castrense nella porzione adiacente al parco di via Carlo Felice. Il comitato poi chiedeva che si evitasse l’arrivo dalla tangenziale dei veicoli più inquinanti, tramite il controllo degli accessi.

Modifiche anche per quanto riguarda i bus a San Giovanni. L’Agenzia per la mobilità scrive che “la linea 16, in direzione “Costamagna”, da via Faenza proseguirà per via Taranto, via Monza e via La Spezia. Stessa deviazione da via Faenza per la linea 81 diretta a via Malatesta e per la notturna nMC verso Pantano. Per le navette serali MC e MC3 (quelle che dalle 20,30 circa sostituiscono i treni della metro C per i lavori di prolungamento della linea sino al Colosseo), in partenza da San Giovanni, la prima fermata utile per la salita dei passeggeri sarà su largo Brindisi. La linea 85 sarà modificata dopo l’attivazione del semaforo La Spezia/Monza”.

Il Comitato Mura Latine afferma: “Accogliamo questa trasformazione con interesse e anche se almeno in una prima fase ci saranno dei ‘disagi’ dovuti alla novità speriamo che a regime l’impatto sulla sostenibilità e sulla vivibilità delle strade vada a migliorare. Rimangono sicuramente alcune falle nel progetto, come la fine monca del percorso ciclabile all’incrocio con via Nola/via Aosta, dove pedoni e bici per attraversare devono effettuare ben 3 fasi semaforiche, questo è davvero incongruente con l’idea di privilegiare le utenze sensibili”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna