Roghi, perché sempre vicino ai campi rom?

“Lo smaltimento illegale di rifiuti è un caso isolato”, dice Carlo Stasolla, presidente di articolo 21, sugli incendi di questi giorni. Spesso prendono fuoco rifiuti non raccolti

Campo rom
campo nomadi

Perché una parte dei roghi che avviene a Roma in queste ore si sviluppano accanto a campi nomadi? Disattenzione, nella maggior parte dei casi, ma anche incendi per disfarsi di materiali raccolti nei cassonetti o recuperati in vari luoghi. Solo ieri, per vati motivi e in vari luoghi, ci sono stati circa 140 incendi nel Lazio.

Gli insediamenti abusivi rischiano di essere mini discariche. Abitanti di Centocelle ci hanno riferito che quest’inverno, dopo aver potato alcuni alberi dell’area, hanno portato tronchi e rami nell’accampamento non censito andato a fuoco qualche giorno fa sulla Togliatti. “Pensavamo che i nomadi potessero utilizzarli per riscaldarsi, e invece ci hanno chiesto dei soldi per lo smaltimento”, dice una nostra fonte. La presenza di materiale di risulta nel sito lo documenta anche un nostro video, realizzato domenica scorsa subito dopo l’incendio.

“Lo smaltimento illegale penso che sia un caso isolato”, dice Carlo Stasolla, presidente di articolo 21, associazione che si occupa di assistere i rom. “Negli insediamenti regolari la cosa è impossibile visto che c’è la sorveglianza dei Vigili urbani 24 ore su 24 – dice Stasolla – Negli accampamenti irregolari invece spesso l’Ama non passa per giorni e così qualcuno decide di dare fuoco ai rifiuti. Non è un comportamento che giustifico, ma nei fatti può succedere anche questo. Comunque, con i nostri volontari periodicamente ripuliamo le aree che non sono ufficialmente autorizzate”.

Niente caccia all’untore. Per Paolo Ciani della Comunità di Sant’Egidio “ci sono varie cause per i roghi. Per esempio, si è scoperto che l’incendio de La Barbuta è successo perché un contadino vicino ha dato fuoco ad alcune sterpaglie che aveva tagliato. Non si puo’ generalizzare”.

La sindaca Virginia Raggi però tira dritto. Preannuncia un piano (finanziato da una prima tranche di 500 mila euro) per l’installazione di nuove telecamere nei municipi, con particolare attenzione alla zona dei campi rom.

 

 

 

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna