Roma 2021: Calenda, a ballottaggio batterei Raggi di 20 punti

"L’unica cosa che temo di perdere è il tempo", dice il candidato sindaco, spiegando perché abbia deciso di non partecipare alle primarie del Pd

Il candidato sindaco di Roma per Azione Carlo Calenda non si ritira, non parteciperà alle primarie del centrosinistra e punta al ballottaggio, dove batterebbe la Raggi di 20 punti. Lo ha detto in una intervista alla Stampa, spiegando che non rinuncia alle primarie perché teme di perdere contro Gualteri.

L’unica cosa che temo di perdere è il tempo e l’attenzione dei cittadini. Non possiamo stare tre mesi ad attaccarci tra noi invece di parlare agli elettori. Come faccio a restare fermo fino a giugno? Finora, gli unici in campo siamo io e la Raggi. Il mio obiettivo è arrivare al secondo turno: perché lì, come dicono i sondaggi, batterei la Raggi di 20 punti. E lo farò con una proposta civica che si rivolge ai cittadini a prescindere dall’orientamento politico. Del resto anche la destra non riesce a trovare candidati”, ha spiegato.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna