Roma: alberi caduti, assolto ex capo gabinetto Raggi

Il gup, oltre ad assolvere Castiglione, ha deciso il non luogo a procedere per quattro imputati

(immagine di repertorio)

Il gup di Roma ha assolto, al termine del processo con rito abbreviato, Stefano Castiglione, capo di gabinetto dell’ex sindaca Virginia Raggi, “per non aver commesso il fatto”.

Il procedimento e’ quello relativo alla caduta di diversi alberi dopo l’allerta meteo del febbraio 2019, tra i quali il pino crollato il 25 febbraio su viale Mazzini che centro’ alcune auto e feri’ in modo grave un avvocato, che ha riportato danni permanenti.

Il pm, titolare del fascicolo dove si ipotizzavano, a vario titolo, il disastro colposo e le lesioni stradali gravi, aveva chiesto per Castiglione una condanna a due anni e il rinvio a giudizio per altre sette persone.

Il gup, oltre ad assolvere Castiglione, ha deciso il non luogo a procedere per quattro imputati e ha disposto il processo per altri tre fissando l’udienza a febbraio 2023. La procura di Roma chiudendo le indagini per l’albero caduto davanti alla sede della Corte dei Conti aveva accertato che in quei giorni, dal 22 al 25 febbraio, furono oltre 150 gli alberi crollati in citta’ che causarono notevoli danni. Per chiarire a chi spettasse la manutenzione il pm aveva disposto anche una consulenza sull’albero che era stato sequestrato.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna