Roma: danneggiata serranda della palestra “don Coluccia” a San Basilio, atto intimidatorio per la palestra della legalità

Vezzali "mi impegno a sistemarla"

Danneggiata la serranda della palestra delle “Fiamme Oro”, del quartiere San Basilio a Roma. I locali sono stati allestiti da don Antonio Coluccia, sacerdote di periferia che per il suo impegno contro la criminalità, vive da anni sotto scorta. “Un atto intimidatorio” secondo il sacerdote. L’episodio è avvenuto alla vigilia della visita della sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali, accompagnata dal presidente e ad di Sport e Salute, Vito Cozzoli.

“Lo sport è una grandissima agenzia valoriale. Attraverso la ristrutturazione della palestra che Don Antonio ha trovato e che mi impegno di poter sistemare quanto prima, presidata dalle Fiamme Oro e quindi coadiuvata dai tecnici delle Fiamme Oro, io sono certa che tanti bambini si potranno avvicinare alla boxe – ha detto oggi la sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali, incontrando a San Basilio Don Antonio Coluccia -. Potremo riqualificare dei campi e farci dei campi da calcio e magari, attraverso San Basilio, un domani avremo anche, perché no, un campione olimpico.

Da quando mi sono insediata, ho sempre cercato di portare avanti come scelta politica quella di consentire allo sport di potersi radicare sempre di più nella cultura del nostro Paese – ha dichiarato Vezzali -. Per fare questo, dobbiamo partire dall’impiantistica e dobbiamo sfruttare al meglio i fondi che il Pnrr mette a disposizione. Da anni, il Governo ha a disposizione, attraverso il dipartimento per lo Sport, un fondo che è chiamato ‘sport e periferie’. Attraverso questo fondo, abbiamo la possibilità di riqualificare l’impiantistica e di costruire gli impianti sportivi nelle zone più disagiate. Essere qui oggi, in questo quartiere che è San Basilio, è per me molto importante perché è la mission dello sport: attraverso lo sport si imparano le regole, il rispetto delle regole”, ha concluso la sottosegretaria.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna