Roma, investe monopattino e fugge: denunciato

Vicesindaco: regole monopattini ci sono e le applichiamo "Roma è la città italiana con più mezzi, operatori, noleggi"

È stato rintracciato dalle pattuglie della Polizia Locale di Roma Capitale l’uomo, un italiano di 50 anni, che in via Borghesiana ha colpito un monopattino ed è fuggito senza prestare soccorso.

Nell’incidente, avvenuto all’altezza di via Davoli, è rimasto coinvolto un ragazzo di 27 anni, trasportato per le cure al Policlinico Tor Vergata.

Gli agenti del VI Gruppo Torri, attraverso un’attenta analisi sul luogo dei fatti e con il supporto delle immagini acquisite dalle telecamere di zona, sono riusciti a risalire al modello dell’auto, una Mercedes, e successivamente all’abitazione del responsabile. Il conducente è stato denunciato per fuga e omissione di soccorso. A suo carico anche il ritiro della patente di guida.

“Dopo gli smemorati del centrodestra, forse qualcuno dovrebbe informare anche il Pd: le regole per i monopattini esistono e vengono applicate. Ci sono le linee guida approvate da Roma Capitale sull’uso dei mezzi nella nostra città, oltre naturalmente il codice della strada. Tentare di far apparire l’amministrazione di Roma Capitale senza alcuna regolamentazione e controllo sui servizi sharing di micromobilità, quando di fatto Roma è la città italiana con più mezzi, operatori, numero di noleggi e km percorsi, è la solita trovata da campagna elettorale”.

Lo contesta in una nota il vicesindaco con delega alla Mobilità di Roma Capitale Pietro Calabrese. Inoltre, sostiene Calabrese “con gli operatori i contatti sono costanti, tanto che le nostre richieste sono sempre state accolte, infatti sono già attivi anche sui corsi per responsabilizzare gli utenti, anche con l’ausilio della polizia locale. Senza dimenticare il piano già avviato per la realizzazione di stalli riservati e l’istituzione delle aree no parking in centro storico”, conclude.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna