Roma seconda città in Italia per percettori di Reddito di Cittadinanza

Prima della Capitale solo Napoli. E’ di 512 euro la media dell’assegno, raccolta firme di Italia Viva per abolirlo

Luigi Di Maio

Poco più di 79 mila persone da gennaio a maggio hanno percepito il reddito di cittadinanza o la pensione di cittadinanza nel Lazio. Si tratta del 10,5% del totale nazionale. Nel 2021, gli abitanti del Lazio erano l’11% di tutti i beneficiari in Italia,

A Roma 59 mila percettori del Reddito o della Pensione di Cittadinanza 

A Roma, tra gennaio e maggio, hanno avuto il reddito di cittadinanza o la pensione di cittadinanza poco più di 59 mila persone, circa il 7,9% del totale.  La Capitale dunque è la seconda città a livello nazionale, dopo Napoli.

In calo i numeri a livello nazionale 

Se andiamo a prendere i dati nazionali, vediamo che a maggio i nuclei beneficiari di Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza sono stati 1,05 milioni in totale (934mila RDC e quasi 116mila PdC), con 2,25 milioni di persone coinvolte e un importo medio di 542 euro (575 euro per il RDC e 273 euro per la PdC). E’ quanto emerge dall’Osservatorio Inps sul Reddito di cittadinanza. L’Inps sottolinea che la flessione del numero di percettori registrata a maggio e’ da attribuire in modo significativo al fatto che circa 255mila nuclei hanno terminato di percepire il beneficio dopo 18 ovvero 36 mensilita’, di cui circa 225mila appartenenti alla coorte di aprile 2019.

Importo massimo di 718 euro 

L’importo medio varia sensibilmente con il numero dei componenti il nucleo familiare, e va da un minimo di 447 euro per i nuclei costituiti da una sola persona a un massimo di 718 euro per le famiglie con cinque componenti. La platea dei percettori di reddito di cittadinanza e di pensione di cittadinanza è composta da 1,93 milioni di cittadini italiani, 226mila cittadini extra comunitari con permesso di soggiorno UE e quasi 84mila cittadini europei.

Italia Viva vuole abolire il Reddito di Cittadinanza

Per abolire il reddito di Cittadinanza, Italia Viva sta raccogliendo le firme per un referendum. Nel frattempo, prosegue l’attività delle forze dell’ordine per scoprire i ‘furbetti’. I controlli svolti dalla Guardia di finanza sul reddito di cittadinanza, svolti in collaborazione con l’Inps, hanno riguardato, in maniera selettiva, “soggetti connotati da concreti elementi di rischio”. Nel complesso, sono stati scoperti illeciti per 288 milioni – di cui 171 milioni indebitamente percepiti e 117 milioni fraudolentemente richiesti e non ancora riscossi – e sono state denunciate oltre 29.000 persone. 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna