Roma si legge: la procura valuta le conseguenze di tipo ambientale dopo l’incendio di sabato – PODCAST

Le diossine sopra i limiti, ipotesi disastro ambientale, autodemolitori da spostare o da sfrattare, i mezzi antincendio noleggiati e mai utilizzati, il flash mob di Salvini in Campidoglio contro Gualtieri, la scomparsa di Tony Binarelli 

Ecco le principali notizie della giornata dalla rassegna stampa a cura di Marco Moretti che potete ascoltare anche in versione podcast qui.

Incendi Roma: allarme eternit

La qualità dell’aria nelle zone più vicine agli incendi è ora al centro dell’attenzione. “C’è l’allarme eternit – titola il Messaggero – I medici dicono: evitate i cibi della zona. I valori nell’aria di diossina sono ancora più alti nella centralina che Arpa Lazio ha installato in via Saredo a pochissima distanza dal luogo dell’incendio. Ma da domenica i valori si sono drasticamente ridotti, le diossine sono calate di più di 21 volte”. Per il Corriere “i pm attendono i rilievi dell’Arpa e gli analoghi esami sui terreni interessati dagli incendi. Anche per questo proseguono gli approfondimenti sulle eventuali responsabilità di Campidoglio e Municipi: nei prossimi giorni gli inquirenti esamineranno tutti i documenti che illustrano gli interventi fatti e non fatti. Intanto l’assessora Sabrina Alfonsi parla di dieci aree già individuate nel piano regolatore per il trasloco di venti sfasciacarrozze”. I quali non sembrano affatto d’accordo e organizzano proteste improvvisate bloccando via Casilina, “vanno sfrattati – scrive Gianfranco Amendola sul Corriere – il minimo che si deve pretendere a questo per restituire ai romani i loro spazi e la loro tranquillità”.

Non c’è traccia di 18 mezzi antincendio

La Repubblica racconta che tre anni fa la regione Lazio ha bandito una gara per noleggiare 18 mezzi da assegnare alla Protezione civile, utili a prevenire e contrastare gli incendi, l’appalto è stato assegnato due anni fa, ma di quei veicoli ancora non c’è traccia. L’appalto è del 2020, le somme già impegnate e i mezzi avrebbero dovuto essere operativi dal 2021. Dolo o meno Roma è vittima delle cattive amministrazioni dice Chiara Colosimo di Fratelli d’Italia che ha sollevato il caso”.

Salvini chiede di commissariare il Comune di Roma

E lo stesso Matteo Salvini con alcuni esponenti della Lega al seguito ieri è andato a protestare davanti al Campidoglio. Dal Corriere: “Flash mob Salvini chiede il commissariamento del Comune di Roma e dice se Gualtieri non ha voglia, tempo e capacità di intervenire lo lasci fare a qualcun altro. Un sindaco che dice che dietro ai disastri c’è la malavita o fa i nomi e cognomi o è un chiacchierone che cerca alibi”. E ha poi aggiunto tra la Raggi e Gualtieri non è cambiato nulla, anzi forse di stava meglio quando si stava peggio”.
Ma secondo Domani “Ama si affida ancora all’imprenditore che si muove tra Lega e clan. L’azienda ha prorogato l’affidamento alle società di Del Prete accusato di avere avuto rapporti con i Di Silvio a processo per voto di scambio elettorale mafioso. E lo stesso Del Prete nel 2017 è stato arrestato e ha patteggiato una pena per corruzione”.

Ancora proteste dei tassisti
Leggiamo sul Messaggero che “i tassisti sono tornati a protestare, centro blindato e traffico in tilt nelle zone più centrali da largo Chigi a via del Corso”.

Addio a Tony Binarelli

È morto a Roma Tony Binarelli, mago e illusionista reso celebre dalla tv. “Prestò le sue mani a Bardot e Terence Hill – titola il Corriere – nato a Roma aveva 81 anni, cominciò ad esibirsi sedicenne nelle parrocchie e nel 2008 fu nominato Cavaliere delle Repubblica, soffrì l’allontanamento dalla televisione”.
 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna