Roma: tenta di strangolare agente della polizia locale, arrestato

Per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale

Resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Con queste accuse la polizia locale di Roma Capitale ha arrestato un 23enne che ha aggredito e tentato di strangolare uno degli agenti intervenuti insieme a personale e mezzi Ama, in un’area verde adiacente le Mura Aureliane, per consentire la pulizia dell’area, dove erano presenti masserizie e rifiuti. Durante le procedure di identificazione e di assistenza nei confronti delle persone, tutte di nazionalita’ straniera, rinvenute sul posto, un uomo di 23 anni si e’ scagliato all’improvviso contro un agente, afferrandolo al collo. Grazie all’intervento dei colleghi e’ stato possibile evitare il peggio e fermare l’aggressore, che sferrava calci, pugni e testate, per cercare di darsi alla fuga. Per questi motivi il 23enne, originario della Guinea, e’ stato arrestato con l’accusa di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Necessarie le cure mediche per l’agente, trasportato all’ospedale Santo Spirito per le ferite riportate.

”È inaccettabile quanto successo questa mattina a Roma, dove un agente della Polizia Locale è stato aggredito, durante un’operazione di ripristino del decoro, da un ragazzo originario della Guinea che ha cercato di strangolarlo. Solo grazie all’intervento dei colleghi si è riusciti a bloccare l’aggressore ed evitare il peggio. Solidarietà all’agente aggredito e un ringraziamento a tutto il Corpo della Polizia Locale di Roma Capitale, costretto ogni giorno a fronteggiare situazioni come queste”. Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna