Salgono a 25 le scuole occupate a Roma, anche il Cavour al Colosseo

Rete Studenti Medi: Ministero ci convochi o non ci fermeremo

Questa mattina gli studenti e le studentesse del Liceo Cavour di Roma hanno dichiarato occupato il proprio istituto. E’ il venticinquesimo istituto romano da inizio anno ad occupare, oltre trenta le scuole occupate in tutto il Paese da settembre. Una mobilitazione profonda e sistemica, quella portata avanti dagli studenti e dalle studentesse in queste settimane. Gia’ il 19 novembre in piu’ di 40 piazze in tutta Italia c’erano state mobilitazioni, ma da due settimane le occupazioni fanno da padrone nel panorama romano ma non solo.

Nella giornata di ieri anche il Montale, il Montessori e il Giordano Bruno sono entrate in stato di occupazione. Secondo la Rete degli Studenti Medi le occupazioni non sono solamente uno strumento di protesta, ma anche e soprattutto un modo di riappropriarsi degli spazi scolastici dopo due anni di pandemia. “C’e’ un malessere profondo e sentito dagli studenti e dalle studentesse in tutto il Paese – spiega Tommaso Biancuzzi, coordinatore della Rete degli Studenti Medi -. Le occupazioni sono la manifestazione piu’ evidente di un disagio importante. Continueremo finche’ non verremo convocati dal ministero. Chiediamo assemblee in presenza, diritto alla ricreazione e orari scolastici che tengano in considerazione le nostre vite. Serve aprire un ragionamento serio sull’edilizia, quello che c’e’ in Legge di Bilancio non basta. Vogliamo poi investimenti e soluzioni per la Salute Mentale. Il ministero e il Governo ci ascoltino”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna