San Giovanni, caos e disagi nello snodo tra Metro A e Metro C

Nei video sui social le difficoltà ricettive della stazione San Giovanni

Code chilometriche, passaggi ostruiti e una capienza della stazione che non sembra reggere l’onda d’urto dei pendolari della Metro A e Metro C di Roma.

Siamo a San Giovanni, snodo decisivo della viabilità capitolina che da metà maggio scorso è diventato un nodo cruciale anche del trasporto pubblico. Qui, infatti, confluiscono tutti i pendolari che dalla direttrice est di Roma – servita dalla Metro C – devono raggiungere il centro servito dalla Metro A.

Ieri mattina un utente di Twitter ha pubblicato un video in cui si vede una fiumana di gente accalcata davanti ai tornelli. Quella che sembrerebbe una scena da apertura di un grande concerto rock è invece la scena – quotidiana – che si verifica nelle ore di punta nella stazione di San Giovanni. E che non riguarda rockettari scatenati ma pendolari che cercano di raggiungere l’università o il posto di lavoro:

Il dibattitto sull’impatto che avrebbe avuto la terza linea sulla Metro A è antico, ma solo con l’effettivo funzionamento della Metro C ci si è resi conto dei suoi effetti dirompenti.

A febbraio 2018, prima dell’inaugurazione della Stazione San Giovanni, Radiocolonna aveva riportato la dichiarazione di un tecnico dell’Agenzia della Mobilità in Commissione Capitolina che – pur confidando nelle capacità della Metro A – ammetteva che San Giovanni, per la linea, avrebbe rappresentato uno shock.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna