San Pietro, Italia Nostra: via i banchetti di souvenir

L'associazione chiede alla Soprintendenza di vietare la presenza di urtisti in centro storico. Intanto il Comune, entro un mese i risultati del Tavolo del decoro

Dopo l’assalto degli urtisti a Fontana di Trevi, il dorso locale di Repubblica denuncia la loro ingombrante presenza anche all’ombra del Cupolone.

Tra camion bar e banchetti di souvenir (la maggiorate con regolare licenza), romani, turisti e pellegrini arrancano in un percorso a ostacoli per raggiungere piazza San Pietro. Una situazione che sembra non essere gradita neppure all’amministrazione capitolina, che tramite l’assessore al commercio, Carlo Cafarotti promette che “entro il mese prossimo” il Comune presenterà le conclusioni del Tavolo del decoro.

Mentre da parte dell’associazione Italia Nostra arriva la proposta di vietare queste modalità di commercio nel centro storico. “La Soprintendenza deve avere coraggio – spiega la vicepresidente Vanna Mannucci- la concertazione con le categorie non è una soluzione, perché si accontenta uno e si scontenta un altro. Partono i ricorsi al Tar. E tutto resta uguale a prima. Fuori tutti”.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna