Sciopero dei trasporti: è un venerdì nero per la Capitale

A rischio autobus, tram, metro, ferrovie urbane. Coinvolto anche il settore ferroviario

Il sopralluogo alla stazione metro San Giovanni

Sarà un venerdì di possibili disagi e mezzi a singhiozzo a causa di uno sciopero di 24 ore del settore dei trasporti. A rischio autobus, tram, metro, ferrovie urbane. Coinvolto anche il settore ferroviario: la protesta è partita alle 21 di ieri e andrà avanti fino alle 21 di questa sera. Saranno comunque attive le fasce di garanzia dall’inizio del servizio diurno alle ore 8.30 e dalle ore 17 alle ore 20. Attualmente, a Roma, le linee metropolitane A, B e C sono attive, mentre si registrano riduzioni di corse sulla Roma-Lido e sulla Termini-Centocelle. Anche sulle linee di superficie sono previste riduzioni di corse.

Lo sciopero, indetto dal sindacato Cub, è stato indetto per richiedere “investimenti pubblici e questione ecologica, orario di lavoro, sicurezza sul lavoro, lavoro nero, smartworking, precarietà articolo 18 legge 300/70 e 68/99, servizio sanitario nazionale, istruzione, ricerca e pubblico impiego, salari, pensioni, occupazione e ammortizzatori sociali, guerra e corsa agli armamenti, welfare, questione abitativa, reddito universale pubblico e per tutti, immigrati, fisco e lotta all’evasione fiscale, rappresentanza nei luoghi di lavoro, diritto di sciopero e sostegno alle imprese.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna