Scontri a Ponte Milvio: agli arresti domiciliari il leader degli ultras del Lazio

Mentre per un altro esponente di spicco della tifoseria oltranzista biancoceleste è stato disposto l'obbligo di firma alla polizia giudiziaria

Ordinanza di misure cautelari personali per due appartenenti alla tifoseria ultras laziale. A finire agli arresti domiciliari è il leader della Curva Nord della Lazio, già sottoposto alla misura del Daspo e con numerosi precedenti per analoghi fatti, mentre per un altro esponente di spicco della tifoseria oltranzista biancoceleste è stato disposto l’obbligo di firma alla polizia giudiziaria.

La misura cautelare arriva dopo le violenze a piazza di Ponte Milvio, durante il derby capitolino dello scorso 15 maggio, quando un gruppo di tifosi laziali – nonostante la partita si giocasse a porte chiuse e non vi fossero tifosi romanisti nell’area dello stadio Olimpico – ha aggredito dei poliziotti con bastoni e con lancio di oggetti contundenti.

.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna