Scuola: a Roma occupati altri quattro licei nel terzo municipio

Si tratta del Liceo Aristofane, del Liceo Nomentano, del Liceo Orazio e dell'I.I.S. Pacinotti-Archimede. "È mia intenzione raccogliere la voce delle studentesse e degli studenti, tra i soggetti che hanno pagato più duramente il prezzo di questi anni di pandemia", ha detto l'assessora capitolina alla Scuola, Claudia Pratelli

(immagine di repertorio)

Occupati altri 4 licei a Roma. Si tratta di scuole del III Municipio della Capitale. “Noi studenti e studentesse del Liceo Aristofane, del Liceo Nomentano, del Liceo Orazio e dell’I.I.S. Pacinotti-Archimede abbiamo deciso di occupare le nostre scuole per contestare la gestione dell’istruzione pubblica italiana degli ultimi anni e per proporre una scuola a misura di studente, aperta, sicura, accessibile ed inclusiva, che sappia ascoltarci, formarci e supportarci – sottolineano gli studenti -. Abbiamo il diritto ed il dovere di avere un ruolo nel dibattito pubblico in qualità di studenti e studentesse e futuro di questo paese”.

“Stamattina sono state occupate tutte le scuole superiori del terzo municipio – scrive sul suo profilo Facebook l’assessore municipale alla Cultura, Christian Raimo – . Hanno partecipato più di 2mila studenti. Ora ci sono assemblee permanenti ovunque. È abbastanza impressionante questa capacità di mobilitazione”.

“È mia intenzione raccogliere la voce delle studentesse e degli studenti, tra i soggetti che hanno pagato più duramente il prezzo di questi anni di pandemia”. Lo annuncia l’assessora capitolina alla Scuola, Claudia Pratelli, in un post su Facebook in cui sottolinea: “Da giorni alcune scuole superiori della città sono occupate dalle studentesse dagli studenti. Oggi ne sono state occupate altre”.

“C’è un movimento studentesco – sottolinea – che attraversa la città che pone domande decisive sul modello di sviluppo, sulla qualità della scuola e che accende un faro su bisogni e fragilità nuove, come quello della salute mentale”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna