Scuola, prefetto Roma: “Su orari scaglionati ci sarà flessibilità”

"Ci riserviamo modifiche sulla base delle interlocuzioni con le scuole e le aziende dei trasporti Atac e Cotral", ha dichiarato Piantedosi

Nel Lazio e a Roma in particolare si prepara il rientro a scuola a partire dal 7 gennaio. In un’intervista al quotidiano “La Repubblica” il prefetto di Roma, Matteo Piantedosi, spiega che il piano di rientro previsto con orari scaglionati (ingressi alle 8 e alle 10) e lezioni anche al sabato è flessibile e sostiene la necessità del ritorno in presenza negli istituti scolastici.

Se qualcuno immagina che il piano sia stato calato dall’alto si sbaglia – afferma Piantedosi -. Non è così. Sugli orari, per esempio, abbiamo consultato i migliori tecnici dei trasporti della città e l’Ufficio scolastico regionale, oltre che la preziosa collaborazione di Comune e Regione. Capiamo che tutto ciò che altera la normalità possa portare disagi, che possa essere fonte di preoccupazione. Penso per esempio all’organizzazione della vita quotidiana dei genitori. Ma voglio rassicurare tutti. Il piano non è stato pensato superficialmente“.

Le aspettative per la ripartenza sono “che non si creino assembramenti su bus e metro. E nemmeno congestioni del traffico. Abbiamo pensato a un piano che potesse gestire il rientro del 75 per cento degli studenti, un carico di 85mila persone in più in circolazione a Roma dall’oggi al domani. I primi giorni al 50% saranno il primo banco di prova. Vediamo come andrà – sottolinea il prefetto -. Pensiamo che il lavoro portato avanti nelle ultime settimane offra le giuste garanzie, ma ci riserviamo modifiche sulla base delle interlocuzioni con le scuole e le aziende dei trasporti Atac e Cotral”.

Un nuovo comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica si riunirà “tra Capodanno e l’Epifania”, precisa Piantedosi, per “individuare quali snodi del trasporto pubblico mettere sotto sorveglianza con l’aiuto delle forze dell’ordine, degli agenti della polizia municipale e i volontari della protezione civile”. Altro tema che andrà affrontato a stretto giro, infine, sarà quello degli orari di negozi e uffici. “Va aperta una riflessione sull’ordinanza del Campidoglio che regola l’apertura degli esercizi commerciali – conclude il prefetto – ed è valida fino al 6 gennaio”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna