Scuola: pronto ‘Piano estate’ ministero, a disposizione 510mln

Per accompagnare gli studenti non solo sul fronte di un rafforzamento dell'apprendimento ma anche di un recupero di quella socialità ricreativa

E’ atteso a ore, secondo quanto si apprende, il ‘Piano per l’estate’ del ministero dell’Istruzione. Un piano che prevede scuole aperte anche nei mesi estivi, luglio e agosto, per accompagnare gli studenti non solo sul fronte di un rafforzamento dell’apprendimento ma anche di un recupero di quella socialita’ ricreativa persa in un anno scolastico segnato da chiusure e da dad a causa del Covid.

Le risorse, secondo quanto viene confermato dal ministero, ammonteranno a 510 milioni: una cifra che servira’ intanto per gli insegnanti che saranno disponibili durante l’estate, perche’ la loro adesione sara’ su base volontaria e per il loro impegno extra saranno pagati extra. E inoltre, per tutte le spese collegate agli istituti scolastici che rimarranno aperti per consentire le attivita’ ludico-ricreative che potranno essere collegate allo sport o alla cultura, con laboratori teatrali e tematici di altro tipo. Tutto cio’, insomma, di cui i ragazzi sono stati privati in quest’anno pandemico.

Recupero della socialita’ perduta, quindi, ma anche rafforzamento degli apprendimenti: quest’anno non ci sara’ il ‘tutti promossi’ finale e quindi e’ previsto che per colmare i debiti ci siano dei corsi ad hoc. Il settore dell’Istruzione avra’ comunque a disposizione – come ha sottolineato ieri il premier Mario Draghi in Parlamento – molte risorse dal Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza): quasi 32 miliardi che saranno utilizzati dal reclutamento e la formazione degli insegnanti fino all’ammodernamento delle infrastrutture scolastiche e alla ricerca.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna