Spin Time: Studio di architettura, nessuna collaborazione per recupero spazi

Il co-fondatore del giornale studentesco ‘’Scomodo’’ aveva citato gli architetti Alvisi-Kirimoto nella ristrutturazione per la redazione di un area dello stabile occupato

Alvisi-Kirimoto non ha collaborato agli spazi dedicati alla redazione del giornale studentesco ‘’Scomodo’’ nel grande stabile occupato dell’Esquilino, noto come Spin Time labs e spesso al centro di polemiche. Lo precisa una nota dello studio di architettura diffusa dopo le anticipazioni alla stampa sulla realizzazione della redazione, che verrà inaugurata oggi, da parte del co-fondatore e responsabile esecutivo del giornale Tommaso Salaroli, che lo ha citato fra gli architetti che avrebbero contribuito alla ristrutturazione degli spazi.

In particolare l’architetto Massimo Alvisi ritiene opportuno sottolineare che – benché a conoscenza dal febbraio 2019 e interessati all’esperienza portata avanti dai ragazzi di ‘’Scomodo’’ nella diffusione culturale tramite il loro giornale – non è stata e non è in atto nessuna collaborazione progettuale nel recupero di spazi all’interno di aree occupate’’.

Inoltre lo studio internazionale di architettura, urbanistica e design con base a Roma, Alvisi Kirimoto, – fondato nel 2002 da Massimo Alvisi e Junko Kirimoto che si distingue per l’approccio sartoriale alla progettazione, l’uso “sensibile” della tecnologia e il controllo dello spazio –  tiene a puntualizzare che fin dalla sua nascita è contrario alla politica delle occupazioni degli immobili per i quali sostiene un diverso percorso di rigenerazione.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna