Studenti, settimana di proteste contro nuova maturità

La mobilitazione andrà avanti fino al 22 febbraio, con blocco della didattica e delle lezioni. L'Uds contesta anche la riforma sull'Autonomia regionale

Gli studenti dell’Uds, l’Unione degli studenti, annunciano mobilitazioni per una settimana da oggi al 22 febbraio, bloccando didattica e lezioni.

“La scuola pubblica è sotto attacco più che mai: la nuova Riforma dell’Esame di Stato e il regionalismo differenziato a stampo leghista sono gli ultimi calci sferrati al sistema nazionale di istruzione che non garantisce né qualità né gratuità”, attacca Giulia Biazzo, coordinatrice nazionale dell’Unione degli Studenti.

“E’ ora di preparare la controffensiva a questo Governo che vede la mano leghista insinuarsi in piena regola sulla demolizione del ruolo sociale dei saperi nel Paese” – continua Biazzo -. Il governo continua a non ascoltarci e senza mai chiedere un confronto con gli studenti sta mettendo in atto una vera e propria riforma del sistema nazionale di istruzione a partire dal progetto di autonomia differenziata, d’altronde Bussetti lo ha affermato più volte che alle scuole non arriveranno investimenti e che bisogna solo sacrificarsi”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna