Testaccio, la nuova ciclabile subito eliminata diventa un caso

Amarezza di attivisti e ciclisti: colpa del Municipio I. Ma il municipio dell’Alfonsi nega ogni responsabilità

Era stata tra le ciclabili più apprezzate dai ciclisti romani quella realizzata tra Testaccio e Bocca della Verità. Una pista che rientrava nel grande progetto dei 150 km di ciclabili transitorie volute dall’amministrazione Raggi.

Ma ora una parte della ciclabile di Testaccio non c’è più, come hanno osservato con amarezza gli amanti delle due ruote della Capitale che hanno avuto modo di notare l’intervento.


La ragione, secondo alcuni, andrebbe ricercata nello scontro tra Comune di Roma – a guida M5S – e Municipio I di Roma – PD – sulla realizzazione dell’opera. La circoscrizione del centro storico, infatti, a luglio ha contestato all’opera varie irregolarità, dall’eccessiva vicinanza tra bici in transito e auto parcheggiate al poco spazio che ci sarebbe per i guidatori portatori di handicap.

 

La ciclabile prima

 

La ciclabile adesso (foto Bellino)

La questione è più interessante e articolata, perché a Radiocolonna il Municipio I non solo nega ogni addebito, ma indica – dal suo punto di vista – i possibili responsabili del pasticcio.

“Il Municipio I non è mai stato interpellato sulla realizzazione della ciclabile e non c’entra nulla con quest’ultimo intervento – spiega a Radiocolonna Jacopo Emiliani, assessore municipale ai lavori pubblici – piuttosto, bisognerà chiedere lumi al Dipartimento Mobilità. E sarà interessante vedere il caos che ne verrà fuori”.

Insomma, la questione resta apertissima

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna