Tor Fiscale, le bici del bike sharing ‘parcheggiate’ sui balconi

Lo denuncia Rinaldo Sidoli, responsabile centro studi del Movimento Animalista. Sempre a Tuscolano i carabinieri hanno fermato 4 rumeni con l’accusa di ricettazione in concorso: avevano nascosto tre biciclette del 'bike sharing' con il GPS divelto e con il sistema di blocco manomesso.

Una bici parcheggiata in balcone (Foto da Movimento animalista)

“Roma non ama il bike sharing. Dopo gli episodi deplorevoli in cui le biciclette sono state gettate nel Tevere, adesso a Tor Fiscale le parcheggiano addirittura sui balconi”. Lo denuncia Rinaldo Sidoli, responsabile centro studi del Movimento Animalista, presieduto da Michela Vittoria Brambilla.

“È l’ennesima aggressione inaccettabile alla mobilità sostenibile. Una Capitale europea dovrebbe difendere e promuovere queste grandi eccellenze installando posteggi fissi dedicati”, conclude Sidoli: “Nell’Urbe arriveranno nel 2019 78 nuove bici elettriche grazie ai fondi europei attraverso il programma Horizon 2020. È una grande opportunità, ma la Giunta Raggi deve dimostrare di essere capace di contrastare questo degrado, altrimenti sarà l’ennesimo spreco di soldi pubblici contro il futuro del trasporto urbano”.

Sempre a Tuscolano i Carabinieri della Compagnia di Frascati hanno arrestato un 36enne romeno e denunciato altri tre suoi connazionali, di 41, 45 e 52 anni, con l’accusa di ricettazione in concorso.

I Carabinieri li hanno riconosciuti, perché già noti alle forze dell’ordine per precedenti analoghi, a bordo di biciclette di una nota società di “bike sharing” e li hanno seguiti per un tratto di via Tuscolana, fino a che, all’altezza della stazione FS Tuscolana, si sono introdotti furtivamente all’interno di un capannone, in uso alle Ferrovie dello Stato. Immediatamente intervenuti per una verifica, i militari li hanno “pizzicati” a nascondere tre biciclette con il GPS divelto e con il sistema di blocco manomesso.

Alla richiesta di spiegazioni da parte dei Carabinieri, il 36enne si è scagliato contro di loro colpendoli con calci e pugni ma è stato poi bloccato e ammanettato. Dovrà rispondere anche di resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni, in quanto un Carabiniere è rimasto contuso e medicato presso l’ospedale di Frascati. Per gli altri tre complici è scattata la denuncia a piede libero.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna