Tragedia a Ladispoli: arrestato il 49enne che ha tentato di uccidere moglie e figlia

Ieri la donna è stata operata per diverse ore al San Camillo di Roma da una equipe multidisciplinare. Un intervento che le ha dato speranza di sopravvivenza anche se le sue condizioni sono ancora molto gravi

È stato dichiarato in arresto il 49enne di Ladispoli che, ieri mattina, ha accoltellato nella sua abitazione la moglie 48enne e la figlia 17enne, prima di tentare il suicidio, conficcandosi il coltello nell’addome, secondo quanto ricostruito dagli investigatori.

I carabinieri della compagnia di Civitavecchia hanno arrestato l’uomo per duplice tentato omicidio aggravato. Non vi sarebbero dubbi, infatti, secondo gli investigatori, sulla volontà da parte dell’uomo di uccidere le due donne.

Almeno tre le coltellate molto profonde inferte al torace della moglie; fendenti che le hanno compromesso la funzionalità del polmone. Ieri la donna è stata operata per diverse ore al San Camillo di Roma da una equipe multidisciplinare. Un intervento che le ha dato speranza di sopravvivenza anche se le sue condizioni sono ancora molto gravi. La figlia 17enne, invece, ha ricevuto almeno un fendente, anche in questo caso, molto profondo, al fianco. Lui, invece, si sarebbe inferto una coltellata all’addome. Per questo è ricoverato al Gemelli. I carabinieri che lo hanno arrestato lo mantengono piantonato anche se l’uomo è in coma farmacologico.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna