Tragedia sfiorata a Roma: fa retromarcia e colpisce pedoni, 4 feriti

E' successo nel primo pomeriggio di oggi, in via Florida, prossimità via di Torre Argentina

L'auto e il luogo dell'incidente

Perde il controllo dell’auto mentre fa retromarcia e colpisce 5 pedoni, abbattendo la recinzione dell’area archeologica. E’ successo nel primo pomeriggio di oggi, in via Florida, prossimità via di Torre Argentina a Roma. Un signore di 80 anni, con disabilità, a bordo di un’auto Mercedes ha perso il controllo del mezzo durante la manovra di retromarcia, andando a finire sul marciapiede opposto, dove in quel momento erano in transito 5 pedoni, colpiti dall’auto, che ha poi finito la sua corsa contro la recinzione dell’area archeologica di Torre Argentina, abbattendola. Sul posto sono intervenute più pattuglie della polizia locale del I gruppo Trevi che hanno proceduto immediatamente a mettere in sicurezza la zona, allertando il 118 . Dai primi rilievi eseguiti dai caschi bianchi, l’uomo alla guida della Mercedes, dotata di cambio automatico, avrebbe spinto erroneamente il pedale dell’acceleratore mentre effettuava una manovra per accostarsi a bordo strada.

La passeggera seduta a fianco del conducente, dato lo sportello rimasto aperto dell’auto, è caduta dal veicolo in corsa e venendo trascinata per alcuni metri. Fortunatamente la signora, anche lei 80enne e moglie del guidatore, non ha riportato ferite di rilievo e non necessitava del trasporto in ospedale , dove invece sono stati trasportati 4 dei 5 pedoni colpiti dal veicolo. Per i feriti , tutti italiani e di età compresa tra i 30 e 35 anni, assegnati codici gialli e azzurri. Al momento, nessuno risulta in gravi condizioni. Avvisato immediatamente anche personale della Sovrintendenza per la verifica dei danni che hanno interessato parte della recinzione dell’area archeologica. Ulteriori accertamenti sono tuttora in corso da parte della polizia locale per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna