Ucraina: al via da Roma la terza missione per salvare profughi

'Obiettivo: portare farmaci'. Finora salvate 177 persone

La presentazione della missione a Palazzo Valentini a Roma

Dal quartiere di Roma della Garbatella al confine con l’Ucraina per portare farmaci per bambini e beni di prima necessità, in gran parte forniti dal Comune di Bologna, rispondendo alle richieste di aiuto e cooperazione giunte dalle associazioni con sede a Leopoli, Kharkiv, Ternopil e Kiev.

Parte domani 28 aprile la terza missione Safe Passage di Mediterranea Saving Humans che parte domani 28 aprile da Roma, in direzione Ucraina per mettere in salvo più persone possibile, quasi tutte donne e bambini.

Un’umanità in fuga dalla guerra, che sarà accompagnata in Italia dagli attivisti di Casetta Rossa, realtà sociale del quartiere romano, e verrà accolta e seguita dai circuiti ufficiali e istituzionali.

Insieme agli attivisti di Casetta Rossa Spa, spazio sociale autogestito che si trova a Garbatella nel Municipio VIII a Roma, e i volontari di altre associazioni della societa’ civile, “saranno portati al confine con l’Ucraina farmaci per bambini e beni di prima necessita’, in gran parte forniti dal Comune di Bologna”, spiega Luciano Ummarino, attivista di Casetta Rossa, che domani sara’ in prima fila tra coloro che andranno in Ucraina. Partiranno mezzi da Roma, dal Veneto, da Milano e da Bologna. La carovana, una volta arrivata a Leopoli, passera’ per Kharkiv, ma anche Ternopil e fino ad arrivare a Kiev. Il rientro a Roma e’ previsto per giovedi’ 5 maggio, quando tocchera’ alla Capitale raccogliere la sfida dell’accoglienza. “Anche se i posti iniziano a scarseggiare, adesso dobbiamo essere in grado di accogliere le persone che arriveranno”, sottolinea Andrea Catarci, assessore al Decentramento, alla Partecipazione e Servizi al territorio per la citta’ dei 15 minuti della giunta Gualtieri.

“Grazie alle missioni precedenti sono state portate in salvo nel nostro Paese 177 persone e sono state consegnate 9 tonnellate di aiuti umanitari, tra farmaci, cibo, generi di prima necessita’, vestiti e coperte”, spiega Gianluca Peciola, volontario della missione.

Il rientro a Roma è previsto per giovedì 5 maggio.

La missione è stata presentata a Palazzo Valentini, sede della Città Metropolitana di Roma, e vi hanno partecipato alcuni dei volontari in partenza, accolti da Pierluigi Sanna, vicepresidente della Città metropolitana di Roma Capitale. Sono intervenuti a sostegno della missione Andrea Catarci, assessore capitolino al Decentramento, Michela Cicculli e Alessandro Luparelli, consiglieri capitolini di Sinistra Civica Ecologista e Roberto Eufemia, consigliere della Città metropolitana di Roma Capitale.

“Chi pratica la solidarietà, l’accoglienza e la generosità è il benvenuto a Palazzo Valentini. Lo è chi durante una situazione di guerra cerca di intraprendere la via più difficile e nel contesto del conflitto in Ucraina ormai anche minoritaria, quella cioè del dialogo contro le semplificazioni militari”, ha detto il vicepresidente Sanna accogliendo i volontari.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna