Una stretta di mano insanguinata: a Roma il murale di Greb con Draghi ed Erdogan – FOTOGALLERY

Nel murale Greb descrive Erdogan che calpesta persone, il riferimento è alla popolazione curda e alle donne, in particolare

Il murale di Harry Greb, lo street artist romano, che ha descritto l?incontro tra il presidente del Consiglio italiano Mario Draghi e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, nell'opera apparsa questa mattina in vicolo del Malpasso a Roma.

Una stretta di mano insanguinata. Così Harry Greb, lo street artist romano, ha descritto l’incontro tra il presidente del Consiglio italiano Mario Draghi e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, nell’opera apparsa questa mattina in vicolo del Malpasso a Roma. Greb rappresenta i personaggi in costumi fiabeschi, con un Mario Draghi alla Capitan Uncino che sporca di sangue la sua unica mano porgendola al presidente turco raffigurato come un ciclope che indossa abiti simili alla divisa nazista.

Nel murale Greb descrive Erdogan che calpesta persone, il riferimento è alla popolazione curda e alle donne, in particolare. Un lavoro, quello di Greb in zona Banchi Vecchi, realizzato con la tecnica mista acrilico, spray e pennello su carta, come se fosse un poster e poi attaccato al muro facendo dei ritocchi. Un lavoro, dalla progettazione alla realizzazione, che è durato circa due giorni. “Non mi occupo solamente del bello – ha detto Greb -, mi baso su argomenti di stretta attualità per lanciare un messaggio che è la cosa più importante di ciò che faccio”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna