16 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Vaccini, Figliuolo: dal 3 giugno apriamo a tutte fasce d’età

Ema autorizza dosi Pfizer per 12-15enni. "Siamo in grado di procedere dai 12 ai 15 anni, quindi per circa 2 milioni e 300 mila ragazzi". Vaccinazioni possibili anche in azienda.

“È molto probabile che dagli inizi della settimana prossima anche l’Aifa darà il via libera per il vaccino aglla fascia dai 12 anni in su”, ha detto il commissario straordinario all’emergenza Covid-19, il generale Francesco Paolo Figliuolo, durante la visita al centro vaccinale di Bastia Umbra (Perugia).

“Nel piano li avevo già previsti a marzo e siamo in grado di procedere dai 12 ai 15 anni, quindi per circa 2 milioni e 300 mila ragazzi”. Figliuolo ha spiegato inoltre che “dal 3 giugno si darà la possibilità alle Regioni e Province autonome di aprire i Vaccini a tutte le classi d’età seguendo il piano, utilizzando tutti i punti di somministrazione, anche aziendali. Le dosi saranno 20 milioni, è chiaro che le Regioni devono regolarsi, si deve evitare la rincorsa a chiedere più dosi, siamo riusciti ad avere questo, che non è tantissimo, ma se pensiamo a due o tre mesi fa credo che anche nelle previsioni più rosee non lo avremo mai immaginato”.

Ema autorizza dosi Pfizer per 12-15enni

L’Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha approvato oggi stesso l’utilizzo del Vaccino Pfizer-BioNTech contro il Covid-19 anche per gli adolescenti tra i 12 e i 15 anni. “Gli effetti indesiderati piu’ comuni nei ragazzi di eta’ compresa tra 12 e 15 anni sono simili a quelli nelle persone di eta’ pari o superiore a 16 anni. Includono dolore al sito di iniezione, stanchezza, mal di testa, dolori muscolari e articolari, brividi e febbre. Questi effetti sono generalmente lievi o moderati e migliorano entro pochi giorni dalla vaccinazione”, ha reso noto l’agenzia europea.

Vaccinazioni possibili anche in azienda
Dunque se dal 3 giugno le Regioni potranno somministrare dosi a tutte le fasce di età vaccinabili, sarà possibile ricorrere a tutte le potenziali risorse, comprese le aziende. Nelle scorse settimane oltre 700 imprese avevano dato la propria disponibilità a effettuare vaccinazioni non appena il Piano lo avesse disposto. Ma il possibile impiego di queste strutture sarà deciso dai territori in base ai diversi piani regionali, nell’applicazione dello specifico protocollo previsto.

Over 60 e fragili
Tuttavia, pur aprendo le vaccinazioni a tutte le fasce d’età, per il commissario Figliuolo è necessario “continuare con gli over 60 così come con i fragili, per ultimarli nei limiti delle possibilita’”. “Ci sarà una platea di rinunciatari di cui tenere conto – ha proseguito – ma avremo sempre un occhio vigile su queste persone, anche con modalità di chiamata attiva”. Per ultimare la vaccinazione, ha spiegato il generale, “team della difesa e delle Asl andranno a tappeto a cercare gli over 60 e le categorie che più patiscono il virus”

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014