Vaia: “Vaccinare studenti e insegnanti, è azione strategica”

La proposta del direttore sanitario dell’Istituito nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani

Vaccinare studenti sopra i 16 anni, docenti e personale scolastico. Lo propone in una intervista a Repubblica il direttore sanitario dell’Istituito nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma Francesco Vaia.

“Dobbiamo intervenire nei punti di snodo importanti, come la scuola. Bisogna quanto prima vaccinare gli studenti delle superiori, tenendo conto che il vaccino Pfizer può essere inoculato dai 16 anni in su, il corpo docente e non docente. È un’azione strategica”, afferma Francesco Vaia che, in merito alla riapertura delle scuole stabilita per lunedì 11 gennaio, aggiunge: “Sono rispettoso delle decisioni del governo. Ma io avrei aspettato ancora 15-20 giorni per la riapertura, per vedere i risultati delle azioni messe in campo. Prima del 15 gennaio non siamo in grado di verificare se queste misure siano servite oppure no”.

Inoltre, per il direttore sanitario dello Spallanzani serve “verificare se Regioni e comuni abbiano provveduto davvero ad eseguire quello che da mesi chiede il Comitato tecnico scientifico, che cioè i trasporti siano correlati e adeguati agli orari scolastici. Dunque aumentare il numero di autobus e le corse delle metropolitane. Sono stanco della criminalizzazione dei ragazzi”, ha concluso Vaia.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna