Via del Tritone: i grandi marciapiedi sono un parcheggio per furgoni e monopattini – FOTOGALLERY 

Sembrava che inizialmente i cittadini avessero accolto con positività la realizzazione di marciapiedi più ampi ma, i numerosi disagi alla viabilità, hanno finito per superare la positività dell'intervento di abbellimento. E i romani sono stanchi di avere una città disordinata e dove nessuno controlla se si rispettano le regole

Continuano i lavori di riqualificazione in via del Tritone, iniziati il 19 luglio 2021, finanziati della Rinascente con 3 milioni di euro e coordinati dal dipartimento Lavori Pubblici di Roma Capitale. Nonostante l’aumento del  traffico, per via del restringimento della carreggiata, sembrava che inizialmente i cittadini avessero accolto con positività la realizzazione di marciapiedi più ampi (con una nuova pavimentazione), tombini puliti e lucidi. Ma, come spesso accade, la situazione non sta in realtà migliorando e i numerosi disagi alla viabilità hanno finito per superare la positività dell’intervento di abbellimento.

 

I grandi marciapiedi, forse esageratamente grandi, che dovrebbero riqualificare via del Tritone, consentendo un più facile passeggio e godimento dei negozi, hanno ristretto eccessivamente la carreggiata, provocando un traffico intenso: gli autobus in coda alle fermate sono senza possibilità di piazzole di sosta, i furgoni, che non hanno una sosta per lo scarico merci, parcheggiano sul marciapiede. Non solo, sono stati anche eliminati tutti i parcheggi per vetture e scooter.

Infine, non potevano mancare motorini e biciclette elettrici e monopattini disseminati lungo tutto il marciapiede. Per non parlare dei tavolini di bar e ristoratori… questo è il decoro urbano che l’amministrazione vorrebbe raggiungere e di cui si sente tanto parlare, senza avere reali traguardi e senza trovare il modo di facilitare il rispetto delle regole.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna