Vietati i locali del centro a tre bulli romani, picchiarono un venditore di caldarroste

Il provvedimento è stato preso dalla questura di Roma nei confronti di un 18enne, un 17 enne e un 15enne che non potranno frequentare pub, bar e ristoranti della zona di piazza di Spagna e via Condotti. I tre giovani avevano aggredito l'ambulante davanti ai suoi figli minorenni

I locali della zona di piazza di Spagna off limits per tre bulli romani che hanno aggredito – picchiandolo e minacciandolo – un venditore di caldarroste davanti ai suoi figli minorenni.

Il provvedimento è stato preso dalla questura di Roma nei confronti di un 18enne, un 17 enne e un 15enne che non potranno frequentare pub, bar e ristoranti della zona di piazza di Spagna e via Condotti. Nella serata del 16 gennaio, gli agenti dell’8 Reparto Mobile di Firenze, nel corso di un servizio di ordine pubblico finalizzato al rispetto delle regole anti-assembramento nella zona di Piazza di Spagna, sono intervenuti su segnalazione di diversi passanti per un’aggressione nei confronti di alcuni venditori ambulanti.

Agli agenti tre cittadini macedoni, uno dei quali venditore di caldarroste, hanno riferito di essere stati aggrediti poco prima da tre giovani romani che nel frattempo si erano allontanati. Individuati i tre giovani sono stati sottoposti a controllo ed è stata accertata l’aggressione con spintoni e pugni prima all’ambulante e poi al fratello e alla moglie della vittima, intervenuti in sua difesa. Nel corso di tale aggressione, avvenuta in presenza dei figli minori dell’ambulante, la vittima è stata minacciata di morte riportando altresì una ferita da taglio alla mano sinistra. I ragazzi sono stati denunciati per lesioni personali e minaccia ed è stato disposto un daspo per i locali della zona del Tridente della durata di un anno per il maggiorenne e di sei mesi per i due minorenni.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna