Accademia di Francia: apre le porte all’arte ‘’irriverente’’

Nei giardini di Villa Medici, fra colonne classiche e siepi, un fantasioso itinerario di opere Pop surreale, iperboliche e ironiche del sodalizio Parr, Cattelan e Ferrari.

All’Accademia di Francia atterra il Pop surreale generato dall’incontro tra il fotografo britannico Martin Parr e gli ideatori del magazine Toiletpaper, alias l’artista Maurizio Cattelan e il fotografo Pierpaolo Ferrari. 

E’ la prima volta che i tre firmano un progetto espositivo insieme: la mostra ‘VillaToilet MartinMedici PaperParr’ parte dal libro ‘ToiletMartin PaperParr’ pubblicato nel 2020 da Damiani, e gioca (vincendo da subito) sul contrasto fra lo spirito irriverente degli scatti contemporanei, disseminati negli spazi all’aperto di Villa Medici, e la cornice senza tempo del palazzo rinascimentale. La direzione artistica di Sam Stourdzé fa il resto. Il direttore dell’Accademia di Francia firma infatti un percorso espositivo inedito che si presenta sotto forma di installazione in tandem con Alice Grégoire e Clément Périssé

I due architetti e borsisti dell’Accademia (tra i fondatori dell’agenzia Cookies) hanno progettato l’allestimento delle oltre quaranta fotografie collocandole in ordine (apparentemente) sparso nei giardini dell’istituzione culturale francese.Il risultato è un itinerario dove il visitatore è invitato a muoversi come in un labirinto, e a ‘perdersi’ seguendo il proprio istinto alla ricerca delle immagini più iconiche prodotte dai tre artisti. I temi ricorrenti: corpo umano, cibo, animali, le nostre ossessioni. Un crescendo di colori, ironia, irriverenza, finzione iperbolica.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna