Addio a Liliana De Curtis, la figlia dell’indimenticabile Totò

E' morta nella sua casa romana, aveva 89 anni. Le fu vietato di fare l'attrice cinematografica, ha scritto diversi libri sul celebre attore napoletano

E’ morta oggi a Roma a 89 anni Liliana De Curtis, la figlia di Toto’.

I funerali si terranno a Napoli, ma la data non e’ stata ancora resa nota.

Liliana De Curtis era nata nella Capitale il 10 maggio del 1933, figlia di Toto’ e Diana Rogliani.

Le fu dato il nome di battesimo in ricordo di Liliana Castagnola cui l’attore napoletano era stato legato e che si suicido’ per amore di Toto’. E’ stata anche attrice di teatro e ha scritto alcuni libri. A Napoli il 21 settembre 2013 ricevette un premio alla carriera in occasione della festa di San Gennaro.

Legatissima al ricordo del padre che ha dominato tutta la sua vita. Desiderava essere seppellita nel cimitero di Santa Maria del Pianto a Napoli, lo stesso dov’è tumulato il celebre attore napoletano. Liliana avrebbe voluto fare l’attrice cinematografica, ma il principe Antonio De Curtis (1898-1967) glielo impedì consentendole soltanto, quando era bambina, una breve apparizione in un suo film del 1940, “San Giovanni decollato”; ha avuto un piccolissimo ruolo anche in “Orient Express” (1954) di Carlo Ludovico Bragaglia.

Liliana De Curtis sposò nel 1951 il produttore cinematografico Gianni Buffardi da cui ebbe i figli Antonello e Diana (quest’ultima deceduta nel 2011 in seguito a una lunga malattia). In seconde nozze il matrimonio con Sergio Anticoli, dal quale nel 1969 è nata la figlia Elena, fondatrice del brand commerciale “CaffèTotò”.

Insieme a Matilde Amorosi, Liliana ha scritto vari libri dedicati al padre sulla scia dei suoi ricordi e dei suoi rimpianti, tra i quali per Mondadori “Totò mio padre” e “Totò a prescindere”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna