19 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Appia Antica: una card per monumenti ed eventi

La card ha un costo di 10 euro ed è valida 365 giorni dalla data d’acquisto

“Il Parco archeologico dell’Appia Antica, il nuovo istituto varato di recente dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, lancia la Card – da martedì 4 luglio 2017 – che consente di accedere liberamente ai monumenti dell’antica strada – Cecilia Metella, chiesa medievale di S. Nicola nel Castrum Caetani, Villa dei Quintili, complesso di Santa Maria Nova – e a tutti gli eventi. Accompagna questa grande novità il ritorno dell’appuntamento Dal Tramonto all’Appia con un articolato programma di musica e cinema, a partire dal 7 luglio e fino al 19 luglio. La card ha un costo di 10 euro ed è valida 365 giorni dalla data d’acquisto. L’abbonato sarà periodicamente informato attraverso una newsletter sulla programmazione delle mostre, delle iniziative culturali e delle varie attività nel corso dell’anno.

 

Il nome della Card – LA MIA APPIA – è il risultato di un gioco grafico tra le linee sottili che contengono la parola VIA in MIA. Un gioco che intende stabilire una relazione emotiva, quasi affettiva per un patrimonio straordinario che va preservato, ma soprattutto vissuto”. Lo comunica, in una nota, il parco archeologico dell’Appia Antica.

 

“Antonio Cederna probabilmente avrebbe così pensato il suo legame con questi luoghi, “la sua strada” a cui ha dedicato l’impegno forse più grande – prosegue la nota – La Card vuole anche rendere partecipe ogni cittadino della cura quotidiana, degli scavi che ancora restituiscono scoperte straordinarie, degli studi che accrescono la conoscenza dei luoghi. Il Festival Dal Tramonto all’Appia, organizzato con Electa, comprende due momenti. I primi tre appuntamenti sono organizzati nel complesso del Mausoleo di Cecilia Metella, di fronte alla chiesa medievale di San Nicola. Si comincia il 7 luglio con Roberto Gatto New Quartet, segue l’8 luglio il trio Kind of Bill e il 9 luglio chiude lo spettacolo di danza “Attacchi di Pane” della compagnia E.sperimenti Dance Company.

 

Il secondo momento si tiene a Villa dei Quintili il weekend successivo con una straordinaria rassegna cinematografica, in collaborazione con la Cineteca Nazionale: L’Estate Romana compie 40 anni. Nel 1977 Renato Nicolini apre la città alla cultura. Roma diventa un invidiabile palcoscenico che porta i romani stessi, ma anche tutti i turisti che la attraversano, ad avvicinarsi a tutte le forme di spettacolo. Le maratone cinematografiche sono rimaste tra i ricordi più vivi. A Villa dei Quintili si ricorda quell’atmosfera con cinque serate in cui vengono riproposti altrettanti film d’autore usciti nell’anno di creazione dell’Estate Romana. Sono tutte proiezioni in 35mm, che restituiscono l’atmosfera perduta della pellicola e del suo inconfondibile fruscio durante lo svolgimento”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014