Cultura: il Teatro dell’Opera apre le porte a un costo simbolico per i residenti di otto periferie romane

domenica 30 ottobre, c'è "Linea Opera", una iniziativa che su otto bus pubblici di Atac porterà circa 700 persone al grande teatro storico della Capitale, al costo di soli 5 euro.

Da otto periferie romane alla grande produzione teatrale, spesso inaccessibile al grande pubblico. A Roma, domenica 30 ottobre, c’è “Linea Opera”, una iniziativa che su otto bus pubblici di Atac porterà circa 700 persone al grande teatro storico della Capitale, al costo di soli 5 euro.

I cittadini partiranno da altrettanti Municipi e raggiungeranno il Teatro Costanzi per assistere all’anteprima della Tosca di Giacomo Puccini che chiude la stagione 2021/2022 del Teatro dell’Opera, spettacolo romano per eccellenza che torna in scena nell’edizione che ricalca la prima assoluta del 14 gennaio 1900, avvenuta alla presenza dello stesso Puccini. Un servizio a tutto tondo che coinvolgerà il pubblico durante tutto il tragitto grazie ad una guida che lo preparerà al meglio per assistere all’opera lirica. Il ritrovo è in otto piazze dislocate nei quattro punti cardinali della periferia cittadina: Ponte Mammolo, in piazza Roberto Malatesta, Arco di Travertino, piazzale Antonio Tosti, largo Peter Benenson, stazione Villa Bonelli, piazza dei Giureconsulti, stazione La Giustiniana.

I Municipi coinvolti sono IV, V, VII, VIII, IX, XI, XIII e XV. L’opera la cui regia è firmata da Alessandro Talevi e ripresa da Arianna Salzano, avrà inizio alle 16:30. Sul podio salirà Paolo Arrivabeni. L’allestimento del Teatro dell’Opera di Roma vede le scene e i costumi ricostruiti, rispettivamente da Carlo Savi e Anna Biagiotti, sui bozzetti e i figurini originali di Adolf Hohenstein. Vinicio Cheli firma le luci. Nel ruolo di Floria Tosca si alterneranno Anna Pirozzi e Carmen Giannattasio. Claudio Sgura e Marco Caria interpreteranno il Barone Scarpia, mentre Gregory Kunde e Luciano Ganci vestiranno i panni del pittore e rivoluzionario Mario Cavaradossi. Completano il cast Saverio Fiore (Spoletta), Luciano Leoni (Angelotti) e Roberto Abbondanza (Sagrestano). Il coro del Teatro dell’Opera di Roma è diretto dal maestro Roberto Gabbiani. Partecipano alla produzione gli allievi della scuola di canto corale dell’Opera.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna